vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Qualità delle acque

La dispersione degli inquinanti lungo costa.

 

 

Analisi della dispersione di inquinanti lungo costa

L’attività di ricerca concerne lo scarico di acque reflue in acque costiere ed interne, l’inquinamento in bacini portuali e la qualità dell’acqua negli stessi e gli effetti sugli ecosistemi acquatici.  L’ attività viene sviluppata attraverso modellazioni matematiche applicate alla dispersione costiera di acqua dolce proveniente dalle bocche dei porti canale ed alla dispersione di inquinanti all’interno di porti (MIKE21 e GNOME) ed ai monitoraggi sulla qualità delle acque marine. Casi studio sono presenti presso l’estuario del torrente Marano, ricettore dello scarico del depuratore urbano di Riccione, e nell’area costiera di Rimini Nord, zona caratterizzata da scogliere frangiflutto lungo costa in adiacenza allo sfocio a mare del fiume Marecchia. Sono sviluppate modellazioni di ecosistemi acquatici in acque di transizione condizionate in salinità da oscillazioni di marea e da carichi di acqua dolce provenienti dai depuratori delle città dell’ interno, supportate da campagne di misura di parametri idraulici ed analisi di qualità eseguite in diversi tratti dei canali interni connessi al sistema del porto canale di Cesenatico.

Analisi della dispersione di inquinanti

Le ricerche sui versamenti di oli in mare e la dispersione di inquinanti in acque costiere vengono condotte mediante la verifica delle prestazioni di segnalatori di corrente (drifter) nel tracciare le traiettorie di sostanze galleggianti sia in mare aperto che sottocosta in diverse condizioni di vento e corrente; il monitoraggio dei rilasci di acque reflue dalla bocca del Porto Cesenatico in varie fasi di marea e differenti assetti termoalini. Inoltre, da campagne di misurazione, in acque costiere, sono determinati i profili verticali di ossigeno, temperatura, salinità, ph e redox per la descrizione degli effetti delle scogliere sulla distribuzione dell’acqua dolce lungo riva, utili per la validazione/calibrazione di modelli 3D. Il progetto del prototipo di una boa segnalatrice delle traiettorie dei versamenti a mare di sostanze oleose (petrolio) è in fase di sviluppo, in parallelo alla messa a punto di strumenti adatti a prevedere e a validare i codici numerici disponibili. (GNOME, Medslik).

Analisi della dispersione degli inquinanti in canali e corsi d’acqua

L’attività dell’Unità prevede l’utilizzo di modelli numerici per la definizione di scenari d’intervento sull’inquinamento di origine diffusa in bacini idrici e la definizione di procedure per il miglioramento della capacità ricettiva di corpi idrici superficiali.

Galleria di immagini

Vedi anche